«COLTELLO È COMPAGNO DI VIAGGIO». MOSTRA DEL COLTELLO

Nei tempi antichi, uccidere il nemico era considerato onorevole, e solo le persone più spregevoli
potrebbero portare le autorità a un omicidio «onesto» con un coltello.

Fin dal Medioevo la tradizione italiana del coltello era famosa per il suo approccio, combattenti abili e furiosi. Tuttavia, durante tutta la storia dell’umanità, il coltello occupava il posto più onorevole tra gli strumenti che gli assistenti di una persona in quasi tutti i tipi di attività della sua vita. Dall’uso del coltello in agricoltura per tutti motivi, ad esempio, per la raccolta di uva, funghi, ecc., dove questo strumento era semplicemente indispensabile, ha origine la tradizione secolare del maneggio del coltello per proteggere la vita, difendere i propri interessi e la scherma anche.

La scherma con un coltello è ancora secreta e conservata all’interno della famiglia, e le conoscenze e le abilità vengono tramandate di generazione in generazione. Tuttavia, nelle tradizioni e nella storia c’ è l’ombra della nobiltà con tutti i suoi attributi, è stata notata con un filo distinto, sia la difesa obbligatoria dell’onore nei duelli e l’uso di un coltello da parte di strutture criminali, briganti, ecc.

Accademico, Ph.D. Oleg Maltsev ha esplorato le tradizioni criminali italiana e la scherma con un coltello da oltre 25 anni. Negli ultimi anni sono state condotte più di venti spedizioni scientifiche per studiare questo argomento, sono stati organizzati incontri con vari Maestri nel campo delle arti marziali, fabbri in tutta Italia e all’estero. Durante questo periodo di tempo, sulla base dei risultati di ricerca abbiamo fatto un numero enorme di interviste, sono stati scritti libri, sono stati fatti documentari, ecc. Liberamente tutto ci sono disponibili su Internet.

Come la parte del progetto nel campo delle arti marziali «Non un passo indietro» e lo studio della scherma con un coltello e altre armi in Sicilia, è stata condotta una spedizione scientifica. Durante questa visita noi abbiamo studiato scuole di scherma e sono stati realizzati documentari su di loro, come: «Santa Maria» di Maestro Giuseppe Bonaccorsi (Mascali), scuola di Siracusa di Maestro Raffaele Irmino (Siracusa). Inoltre, Spedizione gruppo con la guida di Oleg Maltsev ha studiato in dettaglio le tradizioni e la cultura dei coltelli siciliani anche dal fabbro Antonio Versace. Di conseguenza, abbiamo fatto un’intervista sull’origine e la tradizione del’artigianato in Sicilia. Maggiori dettagli su questa spedizione si puoi trovare in seguente intervista:

 

Ad esempio, durante una delle spedizioni scientifiche in Italia, il Corpo di Spedizione con la guida di Oleg Maltsev hanno visitato la città di Valdobbiadene. Questo è un piccolo villaggio non lontano da Venezia, dove fino ad oggi è molto apprezzata la tradizione della produzione di coltelli.

 

A Valdobbiadene, Maestro Enzo Dieni ha raccontato dettagliatamente tutto delle tradizioni e della storia della forgiatura e dell’uso del coltello in questo territorio, ha mostrato la città, importanti monumenti legati con il culto dei coltelli, e soprattutto ciò che ha colpito tutti: questa è una fucina antichissima sulle montagne, che rimasta dal Medioevo. Suo martello da forgia ha funzionato fino ad oggi, per più di 500 anni.

 

Compreso sia importante sottolineare, che da secoli anche il culto del coltello in Italia ha un significo religioso, etnico. Questo strumento era un attributo obbligatorio. Una croce del coltello bloccata era considerata un luogo di culto in cui non c’era il tempio vicino. L’etnia italiana conserva molte storie e leggende associate di coltello, uso, scherma, duelli.

 

I coltelli italiani hanno da tempo preso il loro posto d’onore nel mondo della produzione di coltelli. Hanno conquistato il rispetto grazie alla loro eccezionale qualità, combinazione di tradizioni e caratteristiche multifunzionali. Ci sono un numero enorme di tipi di coltelli italiani che richiedono particolare attenzione, tra cui coltelli di varie forme e disegni, opzioni di piegatura, ecc. La varietà di tipi di coltelli è stata presentata alla mostra annuale, che tradizionalmente si svolge in questa regione, a Valdobbiadene. Quest’anno la Mostra si è svolta dal 9 all’11 Marzo.

In questa mostra ci sono tutti i famosi fabbri che fabbricano coltelli secondo le antiche tradizioni familiari, maestri di scherma, maestri di arti marziali, tutti coloro che sono interessati alle antiche tradizioni italiane. Questo è un evento speciale dal punto di vista culturale per il mantenimento e lo sviluppo di antiche tradizioni e cultura in Italia.

 

Contattare con l’esperto